Nostalgia in V.H.S.

IL CINEMA CHE SI AMA

#MonsterMovies – Colossal, un film piccolo con mostri giganti

Risultati immagini per colossal poster
Quando il cap Simone Martinelli mi ha riferito dell’arrivo di Colossal su Netflix ero davvero contento. Ci sono voluti giusto un paio d’anni (fu presentato già nel 2016 in anteprima al Toronto Film Fest) prima che il film trovasse una distribuzione anche qui in Italia. Di Nacho Vigalondo, regista spagnolo da poco sbarcato in territorio hollywoodiano, potrete aver visto film come Timecrimes o Extraerrestre (produzioni spagnole) o ancora il più recente Open Windows (prima sua produzione americana, con Elijah Wood e Sasha Grey)… film tutto sommato indipendenti, molto piccoli e con piccole ma buone idee. Anche questo Colossal dal nome “colossale” parte e si sviluppa su una piccola ma buona idea eppure mi sono sentito leggermente deluso (rispetto al trailer che proponeva un qualcosa di apparentemente diverso). Con una manciata di attori ben piazzati, ben seguiti e ben diretti, Nacho Vigalondo crea un film di mostri con pochissimi mostri-animaleschi (se intendiamo enormi bestie orripilanti che distruggono tutto e ci fanno luccicare gli occhi come fossimo di nuovo dei bambini) e più mostri-interiori (se intendiamo l’oscurità che si cela nel profondo dell’animo umano).
Anne Hathaway è Gloria, una ragazza che ha da poco perso il lavoro di scrittrice e il suo fidanzato (Dan Stevens) per colpa del suo perenne stato di alcolismo sfrenato e festaiolo. Quando Gloria tornerà al suo paesino nativo per cercare di dare un taglio all’alcol e di combattere contro i “suoi mostri” incontrerà un suo vecchio compagno di scuola, Oscar (Jason Sudeikis). Nel frattempo, dall’altra parte del mondo, a Seoul, compare un mostro gigante che ogni notte provoca terrore e distruzione. E drammi.

Risultati immagini per colossal anne hathaway

Ripeto, drammi. Perché se Colossal si annunciava come film di mostroni (con chiara ispirazione al magnificente e divino Godzilla) e robe bizzarre, fin da quando inizia mette in mostra le sue carte e di conseguenza le sue fregature (e non tutte sono negativamente un problema). La sua natura di multi genere è nonostante tutto interessante: c’è un certo miracoloso equilibrio tra commedia, dramma, thriller e appunto monster movie, il tutto rimescolato quasi in una agrodolce salsa indie. Dai drammi sentimentali a quelli per l’alcol, da quelli per l’invidia a quelli per l’odio verso il prossimo: Vigalondo imbastisce un film sui suoi personaggi e sulle loro emozioni con qualche mostro immenso, oscuro e spaventoso nel mezzo (in qualche modo ricorda alla lontana 7 minuti dopo la mezzanotte di Bayona). La Hathaway è genuinamente autoironica nel suo personaggio sbadato e costantemente brillo dalle espressioni sornioni, Sudeikis si dimostra ancora una volta molto forte e caratteriale, mostrando una personalità più complessa rispetto ai suoi inizi di commediante facilone. E i mostri ci sono e sono anche immensi e spettacolari, mentre avvolti nell’oscurità della notte distruggono e cadono sui palazzi e fanno macerie intorno a loro, ma se cercate un monster movie classico alla Godzilla o qualcosa più simile a Pacific Rim, allora questo Colossal non fa per voi. Ma se cercate un indie con una drammaticità a tinte comiche alla Greta Gerwig o alla Zach Braff, con mostri interiori e qualche inserzione di pupazzoni o giocattoloni di dinosauri atomici e robot old school, beh, avete fatto centro.

Scritto da Mario Rittatore

Annunci

Informazioni su Mario Rittatore - Cinemundto

Classe 91. Studente&blogger. Tiro avanti tra film,videogiochi e una normale vita sociale. www.cinemundto.com

Un commento su “#MonsterMovies – Colossal, un film piccolo con mostri giganti

  1. L’ha ribloggato su Cinemundto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 maggio 2018 da in Recensioni con tag , , , , .

Navigazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: